SWING 2.0 – Signs for Work INclusion Gain

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, oltre il 5% della popolazione mondiale – ovvero 466 milioni di persone – soffre di ipoacusia invalidante (432 milioni di adulti e 34 milioni di bambini).Una delle principali barriere per le persone sorde o affette da ipoacusia è data dalla mancanza di riconoscimento, accettazione e uso della lingua dei segni in tutti gli ambiti della vita, nonché dal mancato rispetto della loro identità culturale e linguistica.
Ciò ne determina l’emarginazione in relazione a svariati aspetti della loro vita. A tal proposito, esiste un ampio assortimento di professionisti che interagiscono direttamente con le persone sorde, quali operatori sanitari, dipendenti pubblici o altri, come venditori, camerieri, o guide turistiche, che potrebbero necessitare di una formazione nella lingua dei segni di base che sia adeguata alle loro esigenze, in modo da agevolare alcuni servizi e la piena integrazione dei sordi, anche in veste di colleghi, incrementandone le opportunità di lavoro.

Il progetto SWING 2.0 (Numero di Progetto: 2020-1-IT01-KA202-008446) si prefissa di seguire le orme del suo predecessore che ha riscosso grande successo, il progetto SWING e di semplificare – attraverso strumenti innovativi e gratuiti sviluppati autonomamente – l’apprendimento e l’uso della lingua dei segni di base in contesti lavorativi differenti, il cui impiego potrebbe favorire l’integrazione della comunità dei sordi a vari livelli. La durata del progetto è 1/12/2020 – 31/05/2023

I risultati di questo progetto avranno un impatto e potranno essere utilizzati principalmente dai formatori VET, Formatori o mentori per supportare le persone con problemi uditivi; ascoltare le persone che lavorano in posizioni lavorative chiave nel campo della pubblica amministrazione, settore sanitario, ristoranti/bar, vendita, viaggi/tour delle città; permetterà alle persone con problemi uditivi di acquisire il vocabolario tipico di alcuni servizi in specifici settori e ai ricercatori e gli sviluppatori nel campo delle disabilità di realizzare autonomamente nuovi dizionari in lingua dei segni per nuovi ambiti

Attività

Conduzione di 5 ricerche sul campo in diversi settori professionali: dipendenti pubblici, operatori sanitari, camerieri, venditori e guide turistiche, raccogliendo i 100 termini più tipici in quelle professioni; creazione di 5000 video, registrati in 5 lingue dei segni; sviluppo di un video-dizionario in cui inserire 5000 video, 1000 immagini e 2500 termini in lingua dei segni; sviluppare la nuova app SWING 2.0; sviluppare materiale formativo basato sulla simulazione dell’ambiente reale al fine di apprendere la lingua dei segni, imitando situazioni concrete.

Obiettivi
  • Combattere la mancanza di riconoscimento, accettazione e uso della lingua dei segni in tutti gli ambiti della vita, nonché il mancato rispetto dell’identità culturale e linguistica delle persone Sorde;
  • Evitare la loro emarginazione in diversi aspetti della vita;
  • Facilitare l’acquisizione e uso della lingua dei segni di base in diversi ambienti di lavoro per migliorare l’integrazione della comunità dei sordi a diversi livelli.
Risultati
  • Report finali contenenti le parole più utili per facilitare la comunicazione con le persone che soffrono di problemi di udito, in diverse situazioni importanti/posizioni di lavoro.
  • Video-dizionari e altre informazioni sulle parole selezionate in 5 lingue dei segni e 4 lingue parlate.
  • Innovativo corso di formazione con attività pratiche per imparare 5 lingue dei segni (IS, LIS, LSE, DGS e ÖGS) in 5 contesti lavorativi.

News

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

Partners

Skip to content