Riguardo al progetto

SCOPI E OBIETTIVI

SWING (Signs for Work INclusion Gain), è un progetto promosso dalla Commissione Europea attraverso il programma Erasmus+ (Key Action 2, Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche) in ambito VET (Vocational Education and Training).

Il progetto mira a supportare le persone con problemi di udito sul luogo di lavoro grazie alla realizzazione di un Dizionario della Lingua dei Segni basato sui termini tecnici nel settore dell’arredamento, della cucina e del turismo. Verrà sviluppata un’applicazione che conterrà all’interno i dizionari e brevi video per ogni singolo termine tecnico. Dopo approfondite prove sul campo, verranno in seguito sviluppati i dizionari corrispondenti con i termini tecnici più comuni in ambito professionale. Saranno accessibili sia tramite PC che da dispositivi mobili per l’utilizzo “on demand” sul posto di lavoro da parte di manager e colleghi, come strumento di comunicazione con persone affette da problemi uditivi. Inoltre, per quest’ultimi, sarà possibile apprendere i termini tecnici nella Lingua dei Segni. Si prevede che questi segni verranno gradualmente inseriti nella comunicazione di tutti i giorni, riducendo così l’utilizzo del vocabolario, che una volta raggiunto il proprio obiettivo verrà sempre meno utilizzato.

 

CONSORZIO

SWING riunisce 5 partner provenienti da 4 paesi diversi: Italia, Spagna, Germania e Ungheria con competenze complementari e con il giusto background.

Corrdinatore del progetto è FEDERSID, Federazione Sociale Italiana per le Disabilità ha l’obiettivo di promuovere, supportare e attuare le giuste misure per contrastare i problemi sociali e assistere le persone. Oltre al coordinatore, la partnership è formata da:

1- University of Erlangen with their Innovation in Learning Institute (ILI) che svilupperà e adatterà i sistemi mobile per l’ottimizzazione del processo di apprendimento.

2-CETEM, centro di ricerca nel settore dell’arredamento che ha realizzato numerosi progetti relativi all’aumento delle possibilità lavorative delle persone con disabilità.

3- Munka-kor Alapitvany for the hearing-impaired people (Ungheria): abituati alla formazione delle persone con problemi uditivi nell’ambiente di lavoro, con esperienza nella Lingua dei Segni.

4- CEIPES,Centro Internazionale per la Promozione dell’Educazione e dello Sviluppo, presente in 8 paesi europei ed esperto nella formazione.

 

OBIETTIVI:

Al fine di essere più chiari sul progetto, nei 3 settori, il progetto sarà focalizzato nel raggiungimento di tre importanti risultati:

– Creare una Directory con parole, espressioni e azioni necessarie per una comunicazione adeguata con le persone con problemi uditivi. In questo caso, saranno 150 le parole/espressioni per ogni settore che verranno estrapolate da contesti di lavoro reali.

– Realizzare un video dizionario con parole, espressioni e azioni in diverse Lingue dei Segni. Verrà inoltre creata una piattaforma attraverso la quale sarà possibile consultare le diverse analogie tra le lingue, 5 lingue parlate: inglese, italiano, spagnolo, tedesco e ungherese e 4 lingue dei segni: Lingua dei segni italiana (LIS), Lingua dei segni spagnola (LSE), Lingua tedesca dei segni (DGS) e Lingua dei segni ungherese. Oltre ai singoli termini, sarà possibile consultare importanti informazioni sulla lingua dei segni.

– Creazione di una mobile App sulla formazione applicata al linguaggio dei segni in ambienti lavorativi. Questa App verrà utilizzata direttamente nell’ambiente di lavoro per imparare la Lingua dei Segni e comunicare con le persone con problemi uditivi. Verrà implementata una fase pilota per migliorare l’applicazione.

Questi risultati saranno raggiunti nell’arco di 30 mesi e saranno consultabili liberamente. I partner si assicureranno che il pubblico abbia libero accesso a tutto il materiale attraverso la pubblicazione su diverse piattaforme per garantire una facile consultazione di tutte le informazioni sul progetto.